Tra le molte tecnologie disponibili per scaldare casa, quale scegliere?

Vi diamo qualche consiglio per individuare la soluzione più adatta per la vostra casa.

Fermarsi a pensare e prendersi un attimo di tempo per valutare quale tecnologia utilizzare per la propria casa è fondamentale. Riscaldarsi in modo efficiente richiede, infatti, di prendere diverse decisioni.
In commercio non esiste una sola tipologia di impianto di riscaldamento ma ce ne sono diverse come ad esempio le caldaie a condensazione e le pompe di calore.
Un perfetto sistema di riscaldamento può aiutarti a risparmiare sulla bolletta: se si considera che il 75% dei costi energetici è legato al riscaldamento dell’abitazione (87% se aggiungiamo anche la produzione di acqua calda sanitaria) è possibile capire quanto è importante scegliere il meglio per la propria casa.
Quale tecnologia scegliere? Per individuare la soluzione corretta fra tutte quelle disponibili è fondamentale considerare le caratteristiche dell’abitazione, l’ambiente di riferimento, la potenza richiesta, le fonti energetiche disponibili e in particolare le necessità di utilizzo.

 

Caldaia a condensazione
La moderna tecnologia della condensazione rappresenta di gran lunga la soluzione più efficiente per produrre calore.
Le caldaie a condensazione godono di alto rendimento termico che consentono un’elevata efficienza, totale affidabilità e durata nel tempo.
In aggiunta, rappresentano un investimento che si ripaga in tempi brevi e che permettono di godere, in caso di riqualificazione, delle detrazione del 65% sulle spese sostenute.
Queste caldaie consumano meno (fino al 30%), riducono le emissioni inquinanti e hanno un funzionamento più silenzioso.

Pompa di calore
Il riscaldamento e raffrescamento elettrico con pompa di calore è un’alternativa green ai tradizionali sistemi di riscaldamento, perché il consumo di combustibile viene completamente accantonato con lo sfruttamento di energia termica già presenta in natura nell’aria o nell’acqua.
Oltre ad essere “green”, le pompe di calore possono essere collegate all’impianto fotovoltaico per favorire l’autoconsumo, quindi azzerando completamente, o quasi, le spese di approvvigionamento dalla rete elettrica pubblica.
Questa tipologia di impianto produce tre o quattro volte più energia rispetto a quello che consuma e consente un risparmio sull’utilizzo di energia primaria intorno al 40-60%.
Tra i vantaggi, oltre all’indiscutibile efficienza dal punto di vista ambientale, va sottolineata che è molto comodo avere un solo generatore per l’inverno e l’estate.

SISTEMA DI RISCALDAMENTO ELETTRICO RADIANTE IN TESSUTO MULTISTRATO
Il riscaldamento elettrico radiante ha la capacità di uniformare e direzionare il calore attraverso uno strato nanotecnologico di materiale termo riflettente.
Le sue principali caratteristiche sono:
– Bassi consumi energetici
– Limitato spessore
– Peso ridotto
– Duttilità e versalità
Che unite a silenziosità, affidabilità, sicurezza e, non da ultimo, al risparmio economico che deriva dal suo utilizzo, ne fanno un prodotto unico nel suo genere.
Il tessuto può essere alimentato sia con corrente alternata che con corrente continua e possono essere utilizzate tensioni a partire da 6 volt fino a 230 volt.
Si possono ottenere le temperature desiderate semplicemente modificando determinati parametri: tensioni e correnti applicate, lunghezza della pezza di tessuto, lunghezza della spira di carbonio.